Giurisprudenza di Legittimità

Cassazione Sezione VI, n. 11751 del 30.01.2014: rimessa alle Sezioni Unite la questione relativa alla natura della misura di prevenzione patrimoniale e sua retroattività o irretroattività. Nota dell’avvocato Cesare Gesmundo.

CASSAZIONE: SENTENZA SU STUPRO SARA' SEPPELLITA.  GIUDICI DI CAGLIARI HANNO SPAZIO PER RIMEDIARE A NOSTRO ERRORE

di CESARE GESMUNDO (Avvocato e ricercatore)   Rif. Normativi: art. 7 CEDU, art. 42 Cost., art. 11 preleggi, 2 c.p., 200 c.p.; art. 202 c.p., art. 240, cpv. c.p.; D.L. n. 92 del 2008, art. 10, comma 1, lett. d), n. 4;  L. 15 luglio 2009, n. 94 (art. 18 Codice Antimafia). Giurisprudenza: per l’equiparazione della misura di prevenzione patrimoniale ...

Leggi Articolo »

La Sentenza della Corte di Cassazione n. 30759 del 11.07.2012 sui termini di fase della custodia cautelare con nota dell’avv. Cesare Gesmundo.

nuovo-logo-unione-camere-penali

di CESARE GESMUNDO (Avvocato e ricercatore)   Aveva trovato nella legge quella certezza che gli sfuggiva nella vita, e si sentiva naturalmente portato a scambiare la vita con la legge. S. Satta (Il giorno del giudizio)     La scommessa d’amore, per la legge (e il diritto), Salvatore Satta l’avrebbe persa. E con essa tutte le speranze di vita che ...

Leggi Articolo »

sentenza n. 1514 del 11.01.2013 con nota dell’avvocato Casare Gesmundo sul tema: la regola di giudizio “dell’oltre ogni ragionevole dubbio”

new

Fatto, verità e ragionevoli dubbi* di Cesare Gesmundo (avvocato e ricercatore) Qualcuno ha scritto in ordine al senso dell’essere giudice: ‘…Convincersi e convincere.  Convincersi che un fatto è accaduto, che è accaduto in un certo modo, che è stato commesso da una persona e non da un’altra, che ha provocato proprio quelle conseguenze. Convincere che ciò che hai compreso è ...

Leggi Articolo »

Corte di Cassazione, Sezione 2 penale Sentenza 19 aprile 2012, n. 15115 – Commento a cura dell’ Avv. Ciro IORIO

CASSAZIONE: SENTENZA SU STUPRO SARA' SEPPELLITA.  GIUDICI DI CAGLIARI HANNO SPAZIO PER RIMEDIARE A NOSTRO ERRORE

Sul concorso esterno in associazione mafiosa di Ciro IORIO Corte di Cassazione, Sezione 2 penale  Sentenza 19 aprile 2012, n. 15115 Il sostegno politico e l’appoggio elettorale non integrano di per sé il reato di partecipazione ad una associazione mafiosa per la cui integrazione è necessario invece che gli impegni assunti dal politico presentino il carattere della serietà e della ...

Leggi Articolo »

Articolo 390, comma 2 c.p.p. e notifica al difensore a mezzo sms. A cura dell’ Avv. Felice Belluomo

giurisprudenza

Avvocati  , accendete i cellulari e alzate il volume delle suonerie : in arrivo valanghe di avvisi via Sms…. di Felice Belluomo – Avvocato , Camera Penale di S.Maria C.V. La data dell’udienza di convalida dell’arresto può essere comunicata inviando un semplice short message telefonico ( sms)  al difensore ! E’ di non poco rilievo , in tal senso, la ...

Leggi Articolo »

Decreto Penale e confisca obbligatoria, commento dell’avv. Cesare Gesmundo.

giurisprudenza

BEST PRACTICE: nota a Cass., III, 16.5.2012, n. 18774, Staicu ed altri. “Testo vuol dire tessuto, ordito di fili diversi e concatenati;  e a dare sostanza a questo tessuto sono le pratiche sociali con i loro significati, secondo quel rapporto circolare dall’azione al testo e dal testo all’azione” Paul Ricoeur di Cesare Gesmundo SOMMARIO: 1. Dal “testo” all’ “azione”; 2. ...

Leggi Articolo »

Sentenza della Suprema Corte a Sezioni Unite sul tema: l’abuso del processo: commento a cura dell’avv. Cesare Gesmundo

nuovo-logo-unione-camere-penali

L’abuso del processo. Sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione   Oggi più che mai, il tema dell’abuso del processo da parte del difensore dell’imputato finalizzato all’ottenimento della prescrizione del reato, è ritornato in auge. Se non altro perché la crisi economica europea ha dato la stura per ripensare al fondamento dogmatico dell’istituto della prescrizione in uno con il regime processuale ...

Leggi Articolo »

Sentenza Riparazione ingiusta detenzione e Nota a cura dell’ Avv. Raffaele Carfora

giurisprudenza

NOTA a Cass., Sez. IV., 2 dicembre 2011, n. 112   La massima Non è consentito ridurre il quantum dell’indennizzo per ingiusta detenzione sulla base di una pretesa assuefazione a situazioni di restrizione della libertà personale desunta dalla mera presenza di precedenti penali Sommario: 1. La vicenda giudiziaria  -2. L’impostazione della Corte di merito  -3. Orientamenti giurisprudenziali  -4. La posizione ...

Leggi Articolo »